Notizie

L'America Latina è il nuovo epicentro della Pandemia di Covid 19. Aggiornamenti dalle Case NPH.

 

Con qualche settimana di ritardo rispetto all’Italia, il Covid-19 ha colpito anche Haiti e i paesi dell’America Latina in cui NPH opera, dove anche disporre di acqua per lavarsi le mani non è scontato, e dove la scarsità di presidi di protezione è ancora più grave che nel resto del mondo. Molti di questi paesi, in particolare Messico, Perù, Honduras, stanno vivendo ora la piena emergenza.

Come in ogni famiglia, anche nelle Case NPH sono state prese con grande attenzione misure di prevenzione per proteggere i bambini, i ragazzi, lo staff e i volontari.

Le scuole sono state chiuse, sospese le visite dall’esterno, le uscite, le attività comuni (mensa, messa, tornei, spettacoli), limitati i movimenti degli universitari e del personale amministrativo tramite smartworking, predisposte stanze per eventuali quarantene.

 

Continua il supporto alle comunità esterne, con la condivisione di cibo alle famiglie più in difficoltà. Alle porte delle Case, come quella del Guatemala, si creano lunghe code.

 

In Haiti le Scuole Saint Luc sono state chiuse ma l’aiuto ai bambini e alle loro famiglie degli slums non si è mai interrotto con distribuzione di acqua e pesci Tilapia, pane e pasta prodotti a Francisville — Città dei Mestieri.

 

Nonostante le difficoltà, come in altre emergenze, i bambini delle Case NPH hanno subito inviato ai padrini italiani molti messaggi di incoraggiamento, conforto e speranza. L’organizzazione di dirette su Zoom e Facebook “Porte aperte” con i Direttori di alcune Case, ci ha permesso di far sentire ancora più vicini i padrini rassicurandoli sulla situazione dei bambini e sulle loro necessità più urgenti. Il lockdown ha reso, infatti, difficili i trasporti e determinato un aumento dei prezzi. La crisi economica ha creato più difficoltà alle Case nel ricevere aiuti e donazioni in natura da parte di Aziende amiche o la raccolta fondi locale, lo spettro della scarsità di cibo o beni di prima necessità comincia a farsi sentire. Dobbiamo garantire mascherine, gel disinfettanti, guanti monouso, camici e calzari per le cliniche mediche delle Case.

 

Aiutateci con l’adozione a distanza o sostenendo l’acquisto di cibo e presidi di protezione per i nostri bambini.

 

Per informazioni sull'adozione a distanza, cliccate qui

Per sostenere le Case NPH, cliccate qui

Edwin Vallecillo, direttore dei servizi medici NPH e pequeño mayor, racconta:

 

"A tre mesi da quando il Covid 19 è stato dichiarato un virus pandemico, in due dei Paesi in cui NPH opera, Perù e Messico, si riportano il maggior numero di casi positivi ogni settimana. Anche in Guatemala e Bolivia il numero è in constante aumento.

La maggior parte delle comunità nelle aree circostanti le Case NPH riportano casi accertati di Covid 19; il virus è arrivato vicino alle Case e si sta diffondendo molto velocemente.

Le Case NPH rimangono ancora degli ambienti sicuri per i bambini, nonostante siano stati riscontrati 3 casi positivi (i medici stanno dando tutti gli adeguati trattamenti), i protocolli di sicurezza stanno funzionando bene e continuano a essere rispettati.

Le scuole sono state chiuse, i team sanitari rimangono vigili, controllano quotidianamente la temperatura, i casi che sembrano sintomatici sono analizzati, il distanziamento sociale è in essere, lo staff indossa le mascherine e misure di quarantena vengono adottate con il personale esterno indispensabile a mandare avanti le attività delle Case.

Tutte le Case hanno delle zone dedicate ad eventuale isolamento e trattamento di pazienti con sintomi sospetti, e sono preparate per affrontare scenari peggiori.

Dopo 4 mesi, proprio in questo momento l'America Latina è più vulnerabile che mai. Sentiamo di ospedali al collasso e i tanti morti che vediamo raccontano una storia che non viene raccontata al 100%.

Il compito è arduo e la strada per uscirne è ancora lunga. vi chiediamo di tenerci nelle vostre preghiere; noi preghiamo per tutti colori che stanno soffrendo, preghiamo perché possano guarire velocemente, mandiamo forza a tutti coloro che nel mondo hanno perso qualcuno di caro per questa terribile malattia.

 

Grazie,

Edwin Vallecillo

Medical Services Director NPHI

 

Canale Notizie - 26-06-2020 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy