Notizie

4 ottobre, inaugurata Kay Gabriel, la nuova ala della Casa dei Piccoli Angeli (Kay Germaine)

 

Il 4 ottobre, giorno di San Francesco, è stata inaugurata in Haiti Kay Gabriel, la nuova ala della Casa dei Piccoli Angeli, centro di riabilitazione per bambini disabili che accoglie anche adulti con protesi o colpiti da traumi. Presenti alla cerimonia di inaugurazione anche un gruppo di 27 italiani, padrini, donatori e volontari della Fondazione Francesca Rava — NPH Italia tra cui una delegazione di Cilla per Haiti, associazione a fianco della Fondazione Francesca Rava in questo progetto insieme anche alla Fondazione Lord Michelham of Hellingly.

 

GUARDA QUI LA PHOTOGALLERY DEL VIAGGIO.

 

P1050875

 

Durante la mattinata Padre Rick ha celebrato in creolo, italiano e inglese una messa di benedizione per questa nuova struttura; Gena, direttrice del programma e Norma, fisioterapista argentina che la affianca da 10 anni, hanno colto l'occasione per ringraziare le tante persone che da anni la sostengono in questo percorso di vita dedicata agli altri.

Gianni, ha ricordato quanto sua figlia Cilla (Cecilia), prima della sua prematura scomparsa nel terremoto, fosse particolarmente attiva nella difesa e nella cura delle donne e dei bambini haitiani come volontaria delle UN e spiegato alle tante persone presenti come è nata l'associazione che porta il suo nome, che da tre anni raccoglie fondi per la realizzazione di protesi per i bambini rimasti amputati a seguito del sisma: "In questi quasi 4 anni moltissimo è stato fatto grazie a Padre Rick, alla Fondazione Francesca Rava e al fantastico lavoro in prima linea di Gena e Norma e di tutte le persone che lavorano qui a Kay Saint Germaine e che ringrazio con tutto il cuore. Non so bene dove si trovi il paradiso ma so per certo che Francesca Rava, di cui oggi si celebra l'onomastico e Cecilia continuano a vivere nel sorriso, nei ricordi e nelle memorie di chi li ha amati, conosciuti e di tutti coloro che hanno sentito parlare di loro e in tutte le opere di bene che loro hanno ispirato; è per loro che oggi inauguriamo Kay Gabriel" ha detto un emozionato Gianni.

 

DSCN7191

 

Anche la mamma di Nicolas, il bambino argentino miracolato da Padre Gabriel Brochero, il sacerdote che dà il nome a questo nuovo nuovo progetto (e che per i suoi miracoli sta per essere proclamato beato), ha voluto testimoniare che con le cure giuste e l’amore verso il prossimo, è possibile ridare la sperenza ai tanti bambini disabili accolti a Kay Saint Germaine, così come è successo a suo figlio, rimasto vittima di un grave incidente stradale e per cui aveva chiesto la Grazia a Padre Gabriel. Oggi Nicolas ha 12 anni, cammina, parla e frequenta la scuola. Seduta accanto alla famiglia di Cecilia c'era anche Joanna, l'altro miracolo di Padre Gabriel, salvata dalle macerie del terremoto e operata dai chirurghi volontari della Fondazione Francesca Rava e assistita da Norma con amore e perseveranza dal 2010.

 

DSCN7219

P1050833

 

Mariachiara, vicepresidente della Fondazione, insieme a Chiara, ha guidato il gruppo in questo importante ed emozionante viaggio. Ecco la sua testimonianza: "Sono rientrata da un intenso viaggio in Haiti con un numeroso gruppo di padrini e volontari. Sono partiti con noi, tra gli altri anche Francesco, padrino di Louvens, Anna madrina di Widmitter, gia' al secondo viaggio in Haiti, Laura, madrina di Alexandrine ed Eva, neo madrina del più piccolo ospite della Baby House. Per loro l'emozione più grande, incontrare i loro bambini adottati a distanza, passare tempo con loro e vedere ancora una volta come è speciale la relazione padrino e bambino, un legame forte alimentato da lettere, disegni, pagelle e non un semplice depliant informativo. Sono stati giorni intensi. Appena scesi dall'areo abbiamo condotto il gruppo nello slum piu' povero di Porte au Prince, Cité Soleil per fare comprende e mostrare la realtà dura del paese. Abbiamo visitato le casette costruite mattone su mattone con tanti aiuti dall'Italia e le scuole St Francis e di St Patrick che iniziavano proprio quel giorno l'anno scolastico. E poi l'obbiettivo più significativo di questo viaggio: l'inaugurazione di Kay Gabriel centro di riabilitazione e protesi post terremoto.

 

DSCN6947

 

Alla sera, cena di gruppo all'hotel solidale Villa Francesca con prodotti locali e la pasta prodotta a Francisville — città dei mestieri cucinata da Diego e Francesco che si sono prestati per l'occasione. Alla messa di Padre Rick del mattino del 2 ottobre, giorno degli Angeli Custodi, sono stati celebrati funerali per i morti di colera che ancora imperversa sull'isola a causa delle tante recenti piogge. Tra loro un piccolo bambino avvolto in una tela. La missione di Padre Rick è ogni giorno lottare per la vita dei bambini, ma anche dare dignità' alla morte e al passaggio dell'anima, un atto di pietà, misercordia e di amore. Al termine della Messa è avvenuto un incontro molto speciale: i genitori di Cilla, che hanno sostenuto il progetto kay Gabriel hanno incontrato la mamma e la nonna di Nicolas il bambino argentino miracolato da Padre Gabriel Brochero e a cui e' dedicata la struttura. E' stato un incontro di intenti, anime e spiriti. Abbiamo poi visitato l'Ospedale St Damien dove la dottoressa Gauthier, direttore sanitario, ha illustrato le eccellenze e mostrato i reparti operativi con particolare attenzione alla maternità e neonatologia. Il terzo giorno, come tutti i giovedì abbiamo seguito Padre Rick nella pratica della morgue, l'obitorio dell'ospedale generale ove giacciono decine di cadaveri abbandonati senza nome. Con il suo team, ne opera la ricomposizione, e con la preghiera, i canti da loro nella valle di Titanyen (fossa comune anche dei morti del terremoto), una degna sepoltura. Con noi c'erano anche tre architetti, uno cattolico, uno ebreo, uno musulmano in un viaggio esplorativo per valutare l'opportunità di costruire una chiesa nella valle di Titanyen perchè da luogo che significa morte possa diventare un luogo di pellegrinaggio e di speranza.

 

CAM00470

 

Dopo questo fortissimo momento come sempre in Haiti la vita ci ha di nuovo sorpreso, con la sua forza incredibile nella visita dei padrini e del resto del gruppo alla Baby House St Anne e Kay St Helene a Kenskoff per incontrare i loro bambini che, insieme ai loro fratelli, ci hanno accolto con canti, balli e poesie a noi dedicate.

 

IMG-20131009-WA003

 

DSCN7058

 

Il viaggio si è concluso a con la visita alle casette costruite dal team di Padre Rick e dalla Fondazione Francesca Rava nell'ambito del progetto Fors Lakay che sta dando un'abitazione dignitosa alle famiglie della comunità di Citè Soleil, migliaia delle quali vivono nelle baracche di lamiera. E' stato un viaggio molto significativo per toccare con mano i progetti realizzatii insieme ai ragazzi haitiani per la loro gente, e ricco di emozioni e di insegnamenti che tutti noi portiamo a casa nel cuore."

Mariachiara

Canale Notizie - 14-10-2013 - Segnala a un amico


© 2000-2011 Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus
Informativa sulla privacy